DI COSA SI TRATTA?

 

La Votazione Bici ha per obiettivo una piccola, ma importante modifica della Costituzione. Popolo e cantoni saranno chiamati a votare su questo adattamento il 23 settembre. Il Consiglio federale, il Consiglio nazionale (115:70) e il Consiglio degli Stati (37:1) sono chiaramente favorevoli. La Votazione Bici è il controprogetto diretto all’iniziativa bici, inoltrata nel 2016 e ritirata nel marzo di quest’anno. I promotori dell’iniziativa sostengono ora il controprogetto: per una maggiore sicurezza sulle strade svizzere e per incentivare lo sport e il turismo.

Un adattamento pragmatico della Costituzione

Ciò che cambierà:

Votazione bici

Art. 88  Sentieri, percorsi pedonali e vie ciclabili
1 La Confederazione emana principi sulle reti di sentieri, percorsi pedonali e vie ciclabili.
2 Può sostenere e coordinare i provvedimenti dei Cantoni e di terzi per la realizzazione e la manutenzione di tali reti nonché per informare sulle medesime. In tale contesto rispetta le competenze dei Cantoni.
3 Nell’adempimento dei suoi compiti, prende in considerazione tali reti. Sostituisce i sentieri, i percorsi pedonali o le vie ciclabili che deve sopprimere.

 

La Votazione Bici completa il testo costituzionale attuale:

 

  1. Bici: le vie ciclabili saranno menzionate nella Costituzione, alla pari dei sentieri e percorsi pedestri.
  2. Cantoni e terzi: la Confederazione avrà la possibilità di assicurare il coordinamento di tutte le reti, sia a livello cantonale che nazionale, comprese quelle di SvizzeraMobile.
  3. Informazione: la Confederazione avrà la possibilità di partecipare alle misure d’informazione relative ai sentieri pedestri e alle vie ciclabili.
  4. Autorità dei cantoni: i cantoni restano la sola autorità competente in materia di gestione dei sentieri pedestri e delle vie ciclabili.

 

Ciò che cambierà:

Votazione bici

Art. 88  Sentieri, percorsi pedonali e vie ciclabili
1 La Confederazione emana principi sulle reti di sentieri, percorsi pedonali e vie ciclabili.
2 Può sostenere e coordinare i provvedimenti dei Cantoni e di terzi per la realizzazione e la manutenzione di tali reti nonché per informare sulle medesime. In tale contesto rispetta le competenze dei Cantoni.
3 Nell’adempimento dei suoi compiti, prende in considerazione tali reti. Sostituisce i sentieri, i percorsi pedonali o le vie ciclabili che deve sopprimere.

 

La votazione bici completa il testo costituzionale attuale:

 

  1. Bici: le vie ciclabili saranno menzionate nella Costituzione, alla pari dei sentieri e percorsi pedestri.
  2. Cantoni e terzi: la Confederazione avrà la possibilità di assicurare il coordinamento di tutte le reti, sia a livello cantonale che nazionale, comprese quelle di SvizzeraMobile.
  3. Informazione: la Confederazione avrà la possibilità di partecipare alle misure d’informazione relative ai sentieri pedestri e alle vie ciclabili.
  4. Autorità dei cantoni: i cantoni restano la sola autorità competente in materia di gestione dei sentieri pedestri e delle vie ciclabili.

I bambini e gli adolescenti hanno bisogno di movimento e vanno volentieri in bicicletta perché offre loro grande indipendenza e flessibilità. Una delle conseguenze della votazione bici sarà un traffico meglio adattato e più sicuro anche per i più giovani.